mattinale

Mattinale

Il tuo caos è bello
L’oceano azzurro ascolta il canto di balene in viaggio
Il libro dei tuoi sogni è ancora sconosciuto
Hai deciso di tornare a te sulla sponda colorata del mare
Nascosta alla luce come Diocleziano dopo il ritiro

In nome delle idee è stato commesso di tutto, impunemente
Il silenzio dei morti è un respiro profondo
Vivere sembra quasi un caso, se guardiamo indietro
Dimentichiamo

Eppure c’è incanto per una luna piena
Per le parole non dette
Per il versante di una montagna che diventa riga su un foglio e poi speranza

Ho sognato un albero che non si piegava al peso della neve
Ero di buonumore.
Il posto era bello
Non c’erano caserme nè piccole stelle
Un cane scodinzolava felice
La tenerezza era un premio dovuto alla terra

In un libro ho letto quanto sia bello guardare alberi fiorire
In un altro respiravi dalla mia bocca
È soltanto la piccola ricerca delle differenze che ci unisce
Che la morte come per magia sia sempre lontana

Dormi silenziosa
È l’alba
In lontananza si sente un treno
Ho un po’ meno paura o forse solo un po’di più ,non lo so
Piano comincia a sorgere il sole
Sembra una bella giornata

c.v.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a mattinale

  1. natàlia castaldi ha detto:

    sono senza parole Carmine: é poesia
    la più bella, quella che ti illumina l’alba e che significa resistenza chiusa come la vita nella corolla fragile di un fiore: purezza, tenerezza e amore
    questa la chiave
    grazie per la vibrazione.
    n.

  2. gianni montieri ha detto:

    un piccolo miracolo….

  3. lambertibocconi ha detto:

    Bellissima!

  4. Autunno ha detto:

    Ho sognato un albero che non si piegava al peso della neve
    Ero di buonumore.
    Il posto era bello
    Non c’erano caserme nè piccole stelle
    Un cane scodinzolava felice
    La tenerezza era un premio dovuto alla terra

    Che meraviglia! Grazie Carmine

  5. carmine vitale ha detto:

    grazie,davvero a tutti
    c.

  6. Carla ha detto:

    dire che è splendida è poco…
    questa te la porto letteralmente via.

  7. neobar ha detto:

    Non poteva che essere un mattinale, e’ dal dormiveglia che parte la tua poesia, nel momento più lucido e vicino al sogno. Molto bella. Abele

  8. Roberta ha detto:

    Anch’io sogno alberi che non si pieghino sotto il peso della neve…
    Molto bella.
    Grazie. Roberta

  9. carmine vitale ha detto:

    abele, carla bello vedervi qui,
    come sorrisi nella pioggia di oggi

    roberta,grazie e benvenuta
    un nome nuovo fa sempre luce
    c.

  10. D. Q. ha detto:

    “In nome delle idee è stato commesso di tutto, impunemente
    Il silenzio dei morti è un respiro profondo
    Vivere sembra quasi un caso, se guardiamo indietro
    Dimentichiamo

    Eppure c’è incanto per una luna piena
    Per le parole non dette
    Per il versante di una montagna che diventa riga su un foglio e poi speranza”

    In questi versi c’è riflessione profonda e bellezza. Il miglior Carmine!

  11. carmine vitale ha detto:

    donatella,grazie di cuore
    c.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...