è nato Enrico

che il 22 aprile a Genova qualche mesetto fa è arrivato questo bambino il ns terzo figlio
e che oggi passando di qua ho voluto scriverlo anche per quei pochi che di tanto in tanto qui ci passano.
c.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

una parola

Il poeta esamina una lista di cose da fare e arrivato in fondo scopre, scritta a matita, la parola “sole”. Quella parola improvvisamente gli sembra il regalo di un amico lontano e lo commuove. Poi ci pensa un po’ su, ma molto poco, e io quella parte comunque te la risparmio perché in ogni caso i versi veramente belli della poesia sono questi:

Domani potrai tornare a sentirti
completamente smarrito
ma oggi ricevi un telegramma
dal cuore in esilio:
proclama che il regno
ancora esiste,
che il re e la regina sono vivi,
e parlano ancora ai loro figli
a chiunque di loro
riesca a trovare il tempo
di sedersi al sole ad ascoltare.

“The Word” di Tony Hoagland, da Sweet Ruin.

26 settembre leggendo in quel momento cosa stesse pensando/facendo mirumir

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Il Leviatano di Melville

eccolo!Immagine

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

Il Leviatano di Melville

sta arrivandoilleviatano

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

cose cosi

avevo scritto una nuova poesia

direttamente senza salvare

poi ritrovata stampata 

perduta di nuovo

dovrebbe andare in questa piccola nuova raccolta

se solo maradona non avesse colpito il palo quella sera a tolosa

mi viene in mente che questo c’entrasse qualcosa

e poco altro

ma era bellissima

 

 

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

è nata Emma!

ciao anche  a te  piccola bambina  mia

c.

Pubblicato in Uncategorized | 3 commenti

ricordi

Sfoglia i tuoi ricordi
cuci per loro una coperta di stoffa.
Scosta le tende e cambia l’aria.Sii per loro cordiale, leggero.
Questi ricordi sono tuoi.
Pensaci mentre nuoti nel mare dei Sargassi della memoria
e l’erba marina crescendo ti cuce la bocca.
Questi ricordi sono tuoi,non li dimenticherai fino alla fine.

 

adam zagajewski

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

un addio che non sarebbe mai dovuto arrivare

in un colpo se ne sono andati via venticinque anni della mia vita

volati via con leggerezza pieni di chiaroscuri semitoni e con i suoi versi sempre nelle tasche

le ho voluto bene come ad una madre

di quel bene che ti viene dal cuore e non sai dominarlo

ho aspettato venti lunghi anni per incontrarla un giorno di qualche anno fa a Bologna

calpestando ordini file e precedenze

ho superato momenti in cui la luce era racchiusa tutta in alcune parole che ho impararto a memoria e non mi hanno mai più abbandonato

conservo stupidamente finanche i biglietti di quei giorni a Bologna e la stessa speranza che ho imparato a trovare nei suoi versi anche se ora qui nel silenzio ho molta più paura di prima

è difficile dire cosa si sente quando se ne va via una persona cosi importante

che ti ha aiutato a non morire che ti ha dato amore che ti ha preso per mano e ti ha portato lontano

devo a lei in assoluto il mio amore per la poesia

più di ogni altra cosa al mondo

da quel giorno che di sfuggita su di un giornale lessi le sue parole

per me è stata madre poesia vita

e sopratutto guida

per questo lascio qui un piccolo segno di ringraziamento e un periodo di duro silenzio com’è giusto che sia per quella che per me è stata la più grande poetessa di tutti i tempi

addio mia cara maestra

ascolta come mi batte forte il tuo cuore

wislawa szymborska
01 02 2012

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

11

verbo del giorno:amare

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

10

verbo del giorno:proteggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento